27 Novembre 2020

Bad Boys - A.S.D. VIRTUS ARZAGO | 59 - 58
A.S.D. VIRTUS ARZAGO - Basket Valtexas | 52 - 56
Basket Osio - A.S.D. VIRTUS ARZAGO | 42 - 56

24-10-2015 10:00 - Stagione 2015/2016 | Promozione
3x1: ed eccoci ad analizzare le ultime 3 partite disputate in quel di Seriate, Treviglio ed Osio.

Sebbene la classifica dica che abbiamo portato a casa solo una delle tre partite disputate, le gare giocate raccontano una storia diversa.
Procedendo per ordine, prima gara e prima sconfitta contro i Bad Boys, persa di solo 1 punto. Ovviamente non è mai bello perdere. Ma non lo è ancora di più quando conduci la partita per quasi 39 minuti e la perdi negli ultimi secondi di gara. Dico quasi perché, a parte i primi 5 minuti in cui abbiamo subito lo sprint dei locali, da metà del primo quarto, una volta prese le misure, abbiamo impostato il gioco che piace a noi, con forte difesa dentro l´area e veloci contropiedi, consentendoci di gestire la partita con vantaggi fisarmonici dai +4 ai +10. Gli avversari non riescono a costruire un granché dentro l´area da 3, eccezion fatta per il fuori categoria Gariboldi. Tuttavia hanno degli ottimi tiratori che tengono i Bad attaccati alla partita.
Negli ultimi minuti della gara, alcuni errori difensivi, la poca concretezza in attacco, e ahimè qualche errore arbitrale (con tanto di ammissione di colpa degli arbitri a fine partita), fanno riavvicinare gli avversari, che concretizzano il vantaggio del +1 con i liberi di Gariboldi a 7 secondi dalla fine. Proviamo a fare la magia, ma la difesa dei Bad si serra, e archivia la gara.

Seconda sconfitta contro Valtesse. Prima gara tra le mura "amiche" solo sulla carta. Se la sconfitta coi Bad poteva andare diversamente, la sconfitta con Valtesse è più che meritata. Fin dall´inizio della gara non riusciamo mai ad impostare il nostro gioco in velocità. Se c´era una gara dove andava fatto, era proprio questa, vista l´eta´ media degli avversari. Invece impostiamo un gioco lento, più basato sugli schemi ragionati e sul tiro al piccione ai ferri tutt´altro che casalinghi! Ci adeguiamo al loro ritmo, e gli lasciamo fare quello che vogliono. Ciononostante siamo sempre li. Nel frattempo succede di tutto: accenni di rissa, espulsioni, tecnici a raffica a degli instabili avversari, allontanamento di accompagnatori con manie di protagonismo. E noi non riusciamo a fare tesoro di questi eventi ma continuiamo ad accompagnarli nel loro ritmo. Poi improvvisamente decidiamo di svegliarci. Sul -10 a un minuto dalla fine decidiamo di voler giocare il nostro basket. Infiliamo 4 canestri uno dietro l´altro, ma ormai è troppo tardi. Valtesse chiuderà a +4.
Sebbene sulla carta Valtesse si presenti come la favorita per questa stagione 2015/16, rimane comunque l´amarezza di non aver giocato a basket fin dal primo minuto. Se l´avessimo fatto magari ora potremmo dire di aver battuto i favoriti. Ma purtroppo sappiamo che nel basket, così come nella vita, non si ottiene niente con i SE e con i MA. Facciamo tesoro dell´amara lezione e pedalare.
Infine passiamo alle buone notizie.

Venerdì usciamo vincenti dalla trasferta con Osio. La partita è filata abbastanza liscia. Fin dall´inizio impostiamo una difesa ferrea, mentre in attacco riusciamo a costruire ottime soluzioni sia dalla media che da sotto l´area . Riusciamo sempre a gestire la partita, mentendoci bene o male sempre sul +10/+15. Gli avversari pagano un po´ i kg sotto canestro e la giovane età della squadra. Nonostante questo c´è da dire che gli avversari hanno fatto penare squadre del calibro di Brignano e Pedrengo, motivo per cui possiamo comunque ritenerci più che soddisfatti della prestazione e della crescita che stiamo ottenendo.

BENE dell´ultima partita: siamo finalmente riusciti a gestire la palla negli ultimi secondi di gioco del secondo quarto, segnando pure sulla sirena.
MALE dell´ultima partita: come al solito abbiamo perso la palla negli ultimi secondi di gioco del 3° quarto e abbiamo subito canestro allo scadere.

Realizzazione siti web www.sitoper.it